Corso di Decorazione del Cioccolato alla Ford

Corso di Decorazione del Cioccolato alla Ford  Laboratorio di cucina grautito per mamme e bambini......CHE LAVORERANNO INSIEME per imparare, divertendosi a cucinare e a prevenire....
Il tema sarà il Cioccolato e la decorazione delle uova di Pasqua
Maestro cioccolatiere: Stefano Lorenzoni della Pasticceria L'arted Dolce di Monte San Savino

Relatrice : Dietista Barbara Lapini


Corso di cioccolato

Banda Piccoli Chef

Come possiamo recuperare tutte le uova che ci sono state regalate a Pasqua?….

Facendo degli ottimi snack o delle creme da spalmare

Barretta croccante

Possiamo utilizzare tutti i tipi di cioccolato , fondente , latte o bianco

Possiamo decidere se farle un po’ più morbide o più croccanti

 

Ricetta per barretta ai cereali e cioccolato fondente

500 gr di riso soffiato o cereali tipo kellogs

400 gr di cioccolato fondente

Ricetta per barretta al cioccolato al latte e nocciole con riso soffiato

500 gr di riso soffiato

350 gr di cioccolato al latte

150 gr di pasta di nocciola

Crema al gianduia

250 gr di cioccolato al latte

200 gr di pasta di nocciola

10 gr di cacao

40 gr di olio di nocciola ( va bene anche di arachidi)

Il cioccolato per poterlo utilizzare va temperato….Cosa significa temperare?

E un processo fisico in cui si riscalda il cioccolato ad una temperatura di max 45 c° e poi un parte pari a 2/3 si raffredda su un piano freddo continuando a mescolare vivacemente fino ai 25 c°, dopo si riuniscono le due parti, quello “caldo” e quello “freddo” per raggiungere una temperatura di circa 30 C°, effettuata tale operazione si dice che il cioccolato è “Precristallizato “quindi pronto per essere lavorato.

Buona abitudine è immergere una punta di un coltellino o una spatola nel cioccolato precristallizato per testare il buon temperaggio effettuato

Il cioccolato si deve rapprendere e indurire nel giro di qualche minuto e staccarsi con facilità dall’oggetto immerso, se questo non succede è molto probabile che il temperaggio è stato fatto con scarsi risultati e quindi da ripetere l’operazione

Perchè si deve fare il temperaggio?

Il temperaggio va fatto perché il cioccolato acquista più splendore , lucentezza , si stacca dagli stampi e una volta rotto fa il classico rumore “ crocc”, un cioccolato temperato male non si stacca dallo stampo , e visibilmente brutto e sembra vecchio , accade l’effetto del “fatbloom “ separazione e affioramento del grasso , il cioccolato sembra abbia la varicella , o il fenomeno dello “ sugarbloom” affioramento dello zucchero , il cioccolato si ricopre di una pellicola biancastra che sembra una piccolissima muffa , il cioccolato che ha avuto questi due fenomeni si può ritenere ancora buono , va solo ritemperato.